Relazione Attività 2009-2010

 


GAL “Peloritani, Terre dei Miti e della Bellezza s.c.a r.l.”

Relazione Attività 2009-2010

In occasione del “Bando per la selezione dei Gruppi di Azione Locale (GAL) e dei Piani di Sviluppo Locale (PSL)” dell’Assessorato Regionale dell’Agricoltura e delle Foreste, pubblicato sulla GURS n. 25 del 29 maggio 2009, su impulso del Comune di Fiumedinisi, in qualità di capofila, è stata avviata una fase di animazione territoriale al fine di costituire un partenariato pubblico-privato finalizzato alla presentazione di una proposta progettuale di sviluppo locale di cui al bando in oggetto.

Il partenariato del GAL “Peloritani, Terre dei Miti e della Bellezza scarl” è composto da 250 promotori pubblici e privati che il 10 agosto 2009, a seguito di una intensa attività (oltre 30 riunioni) hanno sottoscritto il Protocollo d’Intesa (allegato 6 del Bando) impegnandosi a definire e concretizzare una efficace azione di sviluppo locale: 61 promotori pubblici e 189 promotori privati che hanno differenziato la loro partecipazione in qualità di soci, 123 promotori, e di partner, 127 promotori, della futura società.

Del predetto partenariato 111 promotori hanno partecipato alla costituzione della Società “Peloritani, Terre dei Miti e della Bellezza scarl” avvenuta l’1 novembre 2009 presso lo studio del Notaio Sebastiano Micali in Mascali (CT).

Il GAL Peloritani, riunisce quindi l’esperienza di centinaia di soggetti pubblici e privati della Provincia di Messina tra Comuni, Consorzi, imprese private, associazioni no profit, associazioni culturali, ambientaliste, sportive, artistiche, delle pari opportunità, di volontariato, di rappresentanze delle categorie imprenditoriali locali, enti di formazione e centri studi, per un bacino di circa 130mila abitanti ricadenti in 4 differenti distretti socio-sanitari.

La ricchezza, varietà e qualità delle esperienze delle centinaia di soci/partners rappresenta sicuramente il valore aggiunto del GAL Peloritani.

Obiettivo primario del GAL è quello di costituire una rete di condivisione di best practices per un rilancio unitario del territorio di riferimento, sia sotto il profilo economico che sotto il profilo culturale e sociale.

Le esigenze del territorio del GAL riguardano principalmente lo sviluppo di misure atte ad un rilancio produttivo, promozionale e di basso impatto ambientale della rete artigianale, rurale e turistica, degli antichi mestieri e delle tradizioni popolari.

La valorizzazione delle tipicità locali punta ad un diretto coinvolgimento di tutte le forze sociali ed economiche per garantire un rilancio unitario dell’intero territorio.

Per raggiungere questi obiettivi il GAL ha predisposto un complesso Piano di Sviluppo Locale i quale individua nel profilo identitario territoriale l’elemento cardine per avviare una strategia complessiva di sviluppo socio-economico del territorio.

La “Scuola diffusa degli antichi mestieri e delle tradizioni popolari” su cui si basa l’obiettivo operativo 2.1) “promozione turistica area peloritani” con l’azione 2.1.a) “attività di promozione e di valorizzazione turistico / rurale (Azione B misura 313 del PSR) rappresenta l’elemento caratterizzante dello obiettivo specifico n. 2 del PSL “Peloritani” “promozione e valorizzazione del territorio” incentrato sulla tematica principale “turismo ed offerta rurale” e sulla tematica complementare “servizi alla popolazione”.

Particolare attenzione è stata anche posta all’individuazione di strategie per lo sfruttamento di energie alternative ed alle attività volte al risparmio energetico mediante l’azione 2.a) “interventi sostenibili” (Azione C misura 321 del PSR) rientrante nello obiettivo operativo n. 2.2) “potenziamento sostenibile – area Peloritani” del PSL “Peloritani”.

La responsabilità delle predette azioni è stata principalmente posta a carico dei soggetti pubblici del GAL nella consapevolezza che non può esserci un reale sviluppo imprenditoriale senza una concreta e parallela azione di valorizzazione del contesto territoriale di cui sono i principali artefici, nel bene e nel male, i comuni.

D’altronde, il GAL non è altro che un tavolo concertativo permanente composto dai responsabili dello sviluppo locale che sinergicamente si confrontano ed agiscono per individuare le migliori soluzioni finalizzate alla crescita socio – economica di un determinato territorio.

Con l’obiettivo operativo n. 1.1 “Valorizzazione del paesaggio agrario tradizionale, trasformazione e commercializzazione dei prodotti tradizionali” mediante le azioni 1.1.a “opere di qualificazione e riqualificazione turistico/rurale dell’area” (Azione B misura 323 del PSR) e l’azione 1.1.b) “interventi per il miglioramento, la qualificazione produttiva del settore delle microimprese agroalimentari e dell’artigianato tradizionale” (interventi a, b, c, d, f, h della misura 312 del PSR) è stata posta a carico delle aziende private il raggiungimento dell’obiettivo specifico n. 1 del PSL “Peloritani”, “Sviluppo e crescita del settore agricolo e produttivo del territorio” incentrato sulla tematica principale “turismo ed offerta rurale” e sulla tematica complementare “creazione e rafforzamento delle microimprese”.

Le predette due tematiche complementari “creazione e rafforzamento delle micro imprese” e “servizi alla popolazione” e la tematica principale “turismo ed offerta rurale” sono state scelte dal territorio durante i numerosi incontri di animazione con la speranza di centrare l’obiettivo generale del PSL “Peloritani” rappresentato dal “Rilancio produttivo e turistico dell’Area Peoloritani, attraverso la messa in rete delle principali risorse agricole, agroalimentari, turistiche, artigianali, culturali del contesto geografico del costituendo GAL”.

La qualità del partenariato e del Piano di Sviluppo Locale è stata particolarmente apprezzata dalla Commissione di Valutazione dell’Assessorato, la quale, nella seconda fase di selezione ha attribuito al PSL del GAL Peloritani il primo posto nella graduatoria provvisoria di merito (decreto n.234 del 24 marzo 2010, Assessorato Regionale delle Risorse Agricole ed Alimentari)

Attualmente il GAL è quindi destinatario di un finanziamento regionale di 7,28 milioni di euro.

In attesa che l’Assessorato pubblichi la graduatoria definitiva e il relativo decreto di finanziamento, si è ritenuto opportuno avviare, compatibilmente con gli scopi statutari, una serie di attività progettuali, per attrarre ulteriori risorse economiche finalizzate allo sviluppo socio-economico del territorio.

Innanzitutto il GAL Peloritani, Terre dei Miti e della Bellezza s.c.a.r.l., è stato regolarmente accreditato come ente di formazione professionale con D.D.G. n.2631 dell’11.11.2009 presso la Regione Siciliana – Assessorato Regionale del Lavoro – Dipartimento Regionale Formazione Professionale. al fine di aderire alle numerose iniziative avviate nell’ambito del Fondo Sociale Europeo.

In generale, si è avviata una specifica azione di monitoraggio di tutti i bandi emanati a livello regionale, nazionale e comunitario che possano essere di interesse per le finalità della società stessa in modo tale da predisporre delle qualificate proposte progettuali.

Tra le prime iniziative del GAL Peloritani rientra la costituzione di una ATS, in qualità di capofila, finalizzata alla presentazione di una proposta progettuale a valere sul bando pubblico per l’attuazione della Misura 124 “Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale”, pubblicato sulla GURS del 26 giugno 2009.

L’input deriva da una specifica iniziativa di uno dei Soci del GAL, Il Consorzio di tutela del Limone Interdonato, il quale prevede di predisporre un sistema particolare di irrigazione dei terreni, una tracciabilità del prodotto e una promozione del Limone Interdonato.

Rientrando tale iniziativa tra gli scopi statutari del gal, si è così deciso di approvare l’iniziativa denominata “C.I.B.I. – CI.TRUS. b.usiness i.ntelligence – business intelligence per l’innovazione e la competitivita’ del comparto agrumicolo siciliano: applicazioni alla filiera del Limone Interdonato IGP”, attraverso la costituzione di una ATS di cui il GAL sarà capofila. Tale progetto è in attesa di essere valutato dai nuclei di valutazione regionale.

Il GAL ha inoltre partecipato ad una proposta progettuale relativa all’Avviso per la realizzazione di progetti sperimentali per l’inclusione sociale di soggetti adulti in esecuzione penale, pubblicato sulla GURS n.49 del 23 ottobre 2009. In particolare, si è deciso di partecipare all’avviso di ricerca di un partner privato pubblicato dall’Agenzia di Sviluppo Locale “Peloritani SPA” e, in seguito alla positiva valutazione, è stata sottoscritta la dichiarazione di intenti con l’Agenzia a costituirsi in ATS per la realizzazione del progetto denominato “Saperi e Sapori Siciliani”. In data 04.08.2010 prot. n.36368 è stata comunicata l’ammissione al finanziamento del Progetto “Saperi e Sapori Siciliani” per un importo di euro 747.436,43 (2° posto nella graduatoria regionale).

In data 6 marzo 2010, il GAL Peloritani ha aderito ad una serie di proposte progettuali predisposte dall’Istituto di Istruzione Superiore di Furci Siculo relative all’avviso per la realizzazione di corsi di istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS 2010/2011), Programma operativo obiettivo convergenza 2007/2013, FSE, Regione Siciliana – Asse IV – Capitale umano – Obiettivo specifico I2), pubblicato sulla GURS n.2 del 15 gennaio 2010. In particolare, il GAL, in qualità di componente dell’ATS collaborerà all’attivazione di due specifici percorsi formativi: 1)Tecnico superiore per la ristorazione e la valorizzazione dei prodotti territoriali e delle produzioni tipiche; 2) Tecnico superiore per l’organizzazione e il marketing del turismo integrato. Tali progetti sono in attesa di essere valutati dai nuclei di valutazione regionali.

Nel mese di marzo 2010 il Gal “Peloritani, Terre dei Miti e della Bellezza” ha sottoscritto due Protocolli d’Intesa con le società “Semplifica S.r.l.” e “Salva & Rigenera S.r. l.”. Si tratta di società di nuova costituzione che hanno avviato un programma di investimenti per la realizzazione di imprese aventi quale obiettivo principale la fornitura di servizi nel campo informatico e rispettivamente la progettazione, realizzazione, produzione e gestione di sistemi operativi la realizzazione e la gestione di strutture e servizi di server farm, nonché la realizzazione e la gestione di strutture e servizi di archiviazione ottica la prestazione di servizi di postalizzazione. Le società in questione, in possesso dei requisiti richiesti, hanno presentato istanza per la partecipazione al Bando – Assessorato dell’Industria per l’accesso alle agevolazioni previste dall’art. 2 della legge regionale del 16 dicembre 2008 n.23 in favore delle imprese di nuova costituzione e delle imprese giovanili e femminili in attuazione del P.O. FESR 2007/2013 obiettivo operativo 5.1.3. linea di intervento 4, pubblicato sulla GURS n. 61 del 31 dicembre 2009. Con i Protocolli di cui sopra le parti si sono impegnate ad una reciproca, fattiva e frequente informazione e collaborazione al fine del conseguimento dei propri obiettivi e al fine di garantire continuità e collegamento con il tessuto economico-produttivo locale.

Il GAL, in qualità di ente di formazione professionale, ha presentato una proposta progettuale dal titolo “Uniti nella diversità”, a valere sull’avviso pubblico n. 12 del 4 novembre 2009, linea 2 FAS dell’Assessorato Regionale del Lavoro, della previdenza sociale, della formazione professionale e dell’emigrazione. Tale progetto è in attesa di essere valutato dal nucleo di valutazione regionale.

Il GAL ha aderito in qualità di partner “soggetto terzo” ad una proposta progettuale con capofila l’Università degli Studi di Messina, denominata “AGROBIOPROTECT: Programma di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale di Bioprotettori Naturali per l’Innovazione della Filiera Agroalimentare – SISTEMA AGROALIMENTARE” a valere sulle risorse del Programma Operativo Nazionale “Ricerca e Competitività” 2007-2013 e/o del Fondo Agevolazioni per la Ricerca (FAR) ai sensi dell’art. 12 del D.M. n. 593 dell’8 agosto 2000 (progetti di ricerca e formazione presentati in conformità a bandi emanati dal Miur per la realizzazione di obiettivi specifici).

Il GAL ha inoltre svolto un ruolo attivo nell’ambito della coalizione territoriale del PIST n. 17 “Peloritani Terre dei Miti e della Bellezza area Ionica Alcantara” in quanto l’assemblea dell’organo decisionale ha ratificato e riconosciuto al GAL il ruolo di coordinatore e promotore di tutte quelle attività promozionali e di valorizzazione turistica relativa al territorio sia per i prodotti tipici di eccellenza che per le tradizioni popolari ed antichi mestieri. Il PIST può considerarsi, quindi, un’occasione di ulteriore sviluppo delle tematiche già trattate nel PSL del Gal al fine di coordinare un’azione efficace in tutto il territorio della coalizione del PIST.

L’organo decisionale ha approvato la lista delle operazioni del PIST gerarchizzate in ordine di priorità, all’interno della quale figurano una serie di proposte progettuali del GAL. In particolare di tratta di un progetto relativo a “Acquisizione di beni e servizi volti a potenziare la fruibilità turistica e i servizi di accoglienza di area a progettualità condivisa al fine di maggiore concentrazione tematica e territoriale finalizzati alla valorizzazione economica dell’area”, linea di intervento 3.1.1.3 e un progetto relativo a “Acquisizione di beni e servizi atti al potenziamento della fruibilità turistica diffusa – Progetto Paese Albergo”, linea di intervento 3.1.4.3

In definitiva, si tratta di un’espansione delle tematiche contenute nel PSL che trovano l’affiancamento di ulteriori risorse nelle misure del PIST.

Il GAL Peloritani ha inoltre deciso di partecipare attivamente e in collaborazione con l’Agenzia di Sviluppo Locale “Peloritani SpA” alla iniziativa del Comune di Fiumedinisi per la promozione di un Distretto Turistico Tematico dal titolo “Antichi Mestieri, Sapori e tradizioni popolari siciliane”, di cui al Decreto Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo del 16.02.2010 “Criteri e modalità per il riconoscimento dei Distretti Turistici, contenente le linee guida per la presentazione delle domande di riconoscimento dei distretti turistici”. Sono state dunque avviate una serie di iniziative a livello regionale per giungere alla costituzione del distretto tematico, avvalendosi della preziosa esperienza dell’Associazione I WORLD “Associazione Mondiale per la Salvaguardia e la Valorizzazione delle Identità dell’Umanità”.

L’applicazione della metodologia sviluppata dall’Associazione I WORLD agli antichi mestieri, sapori e tradizioni popolari, in coerenza e in applicazione dei principi dettati dall’UNESCO, qualifica ulteriormente i prodotti artigianali e le espressioni folkloristiche delle comunità locali, i quali potranno essere considerati veri e propri beni culturali immateriali. A conclusione dell’iter hanno aderito al distretto n.. 91 Comuni e n.365 soggetti privati tra cui il GAL Peloritani i quale avrà l’occasione di usufruire di ulteriori risorse per la realizzazione degli obiettivi indicati nel PSL.

Attualmente, si sta predisponendo una proposta progettuale a valere sull’avviso pubblico di cui al decreto 18 giugno 2010 dell’Assessorato delle Attività Produttive relativo a “Concessione delle agevolazioni in favore della ricerca, sviluppo ed innovazione previste dall’art. 5 della legge regionale 16 dicembre 2008, n.23”.

 

 

Il Presidente

Dott.Mario Puglisi